Le interviste

Pubblicazione integrale dell'intervista rilasciata da Paolo Perego, Presidente Fondatore della Pro Loco città di Seregno  [ 4 ottobre 2019 ]

Pro Loco città di Seregno ad un anno dalla sua fondazione, quale bilancio?

Sensazionale. Abbiamo regalato alla città di Seregno uno strumento mai prima d'ora considerato da alcuno, ma essenziale per la promozione del luogo, la scoperta e la tutela delle tradizioni, la difesa dei valori più genuini. Quello della Pro Loco è un modello vincente e convincente, in grado di restituire grande valore al contesto sociale.

Volendo entrare maggiormente nel dettaglio?

Guardi, dalle pratiche amministrative necessarie all'avvio dell'Associazione e al suo riconoscimento, gli incontri conoscitivi con le Pro Loco limitrofe, con le Associazioni del territorio e l'Amministrazione Comunale, la realizzazione del sito web e delle pagine social, il tesseramento di 79 soci, la visita al Comune di Sant'Agata di Esaro gemellato con il Comune di Seregno, la promozione della Giornata Nazionale del Dialetto e delle lingue locali, l'apertura della sede di via Cavour, l'assegnazione il premio Seregno, il Patrocinato di incontri a tema nell'ambito della manifestazione 30 giorni di cultura e delle iniziative dell'Associazione culturale musicale Ettore Pozzoli, l'avvio delle dirette LIVE #noifacciamorete e delle convenzioni locali fino alla realizzazione della prima edizione dell'evento CicliAmo bike & motors festival e alla definizione del piano programmatico 2019-2023 con tanto di iniziative "budgettizzate".

A proposito del piano programmatico, si dice essere un pochino ambizioso...

Confermo. Del resto sognare continua ad essere una condizione gratuita ed essendo scevri da ansia da prestazione, ci piace disegnare scenari diversi da quelli che abitualmente incontriamo. Certo, alla base occorre tenere il timone a dritta sulla rotta del buon senso e delle capacità economiche ma anche su questo ultimo punto, abbiamo avviato un buon lavoro.

Con l'Assemblea dei Soci dello scorso 28 settembre, si apre una nuova fase per l'Associazione?

Si. Già dall'atto costitutivo, abbiamo previsto un periodo di start-up dell'Associazione che si è appunto concluso con la prima Assemblea dei Soci e l'elezione delle cariche associative permanenti. In questi mesi, grazie al contributo di tanti persone, è stata disegnata e realizzata l'architettura di ProSeregno; adesso si parte e sono certo che la nuova governance della Pro Loco, saprà operare al meglio.

Il suo ruolo?

Sono un uomo pragmatico a cui piace realizzare idee o meglio condividere idee e trasformale in progetto. ProSeregno oggi ha superato questa fase; è una realtà stabile composta da donne e uomini di grandi capacità. Sicuramente non mancherà il mio contributo all' Associazione ma ho altre idee a cui intendo dedicarmi, sempre con l'obiettivo di fare bene alla nostra città.

In uno dei passaggi precedenti, ha richiamato la relazione con l'Amministrazione Comunale.

Certamente. ProSeregno è patrimonio collettivo e può essere lo strumento attraverso il quale l'Amministrazione Comunale realizza quei progetti pertinenti, godendo del contributo volontario della Pro Loco. Dall' Amministrazione abbiamo raccolto grande disponibilità di intenti che tuttavia faticano a realizzarsi in atti concreti.

Cosa intende? Si spieghi.

Intendo dire che in modo forse un pò romantico, resto fermo sostenitore della relazione che deve legare i propositi e i fatti. Ma andiamo avanti: come ultimo atto della mia Presidenza, ho voluto e ottenuto l'approvazione di una mozione che vede l'apertura del CdA della Pro Loco ai rappresentanti di tutte le Associazioni legalmente costituite e a due Consiglieri del Consiglio Comunale di Seregno, il tutto all'insegna della massima inclusione.

Un'ultima battuta prima di salutarci?

Una considerazione più che una battuta: ho toccato con mano in questi mesi, una ricchezza davvero diffusa in Seregno, fatta di persone per le persone. Occorre riconoscere e capitalizzare il valore inestimabile del volontariato in tutte le sue forme e Pro Loco città di Seregno deve avere un ruolo importante in questa partita.